top of page

“IMPARATE A FARE IL BENE, CERCATE LA GIUSTIZIA (IS 1,17):in preghiera per l'unità dei cristiani.

Gruppo missionario-ecumenico


Anche quest’anno dal 18 al 25 gennaio abbiamo celebrato la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Per il tema, è stato scelto un passo del profeta Isaia: “Imparate a fare il bene, cercate la giustizia” (Is 1,17). Il tema è di grande attualità e mette in risalto la profonda divisione che c’è nel mondo di oggi, la stessa che il profeta denunciava nella sua predicazione.

Isaia ci invita a fare il bene, ma a compierlo insieme. A cercare insieme la giustizia, ad aiutare insieme gli oppressi, ad affrontare insieme le difficoltà del nostro tempo.

Come cristiani siamo chiamati più che mai ad essere uniti, a crescere nel dialogo, per affrontare insieme le sfide che la società di oggi ci presenta. Non a caso, papa Francesco ha voluto sottolineare il legame che c’è tra il cammino dell’unità dei cristiani e il cammino di conversione sinodale che la Chiesa ha da poco iniziato. Alla base di tutto ciò, naturalmente, c’è una consapevolezza: tutti apparteniamo a Cristo! Per questo motivo siamo chiamati a mettere da parte le divisioni e i pregiudizi che ci impediscono di comprendere questa verità. Dobbiamo metterci seriamente in cammino, senza aver paura della diversità, che non deve essere un ostacolo, ma un punto di partenza per crescere insieme.


Il tema e il sussidio per questa settimana di preghiera, è stato scelto dalle Chiese del Minnesota. Il gruppo è composto non solo dai rappresentanti del clero locale, ma anche da laici, uomini e donne impegnati quotidianamente nella questione razziale. Rappresentanti di diverse confessioni, sia dei popoli indigeni che delle comunità immigrate, ognuno con una propria storia o esperienza da raccontare, nella speranza che le loro vicende possano servire come testimonianza della disumanità di cui molte volte siamo capaci nei confronti del nostro prossimo.

La nostra comunità di Seminario ha vissuto questa settimana recitando ogni giorno la preghiera composta dall’abate Couturier, consigliata dal Sussidio, e inserendo un’intenzione particolare nella Veglia “Alzati e Risplendi”. Infine, giovedì 26 gennaio, ha presieduto l’eucarestia comunitaria don Massimiliano De Luca, sacerdote salesiano, docente di Cristologia ed Ecumenismo presso il nostro Istituto Teologico e direttore dell’Ufficio Ecumenico per l’Arcidiocesi di Potenza. Nella sua riflessione don Massimiliano ha sottolineato innanzitutto la grandissima attualità del tema scelto, soprattutto se guardiamo ai vari conflitti che ancora oggi ci sono del mondo, a causa della mancanza di dialogo e della ricerca esclusiva dei propri interessi. Alcune considerazioni sono state spese anche per le comunità del Minnesota, che hanno preparato le preghiere e le riflessioni per questa settimana, sottolineando il valore sociale della loro testimonianza. Infine, don Massimiliano ci ha invitato ad essere testimoni autentici, unica via che ci fa mettere da parte l’indifferenza e le ostilità reciproche, ed essere una cosa sola in Cristo, uniti dalla stessa Fede in Lui. Questo è l’unico punto di partenza per un dialogo serio, ma soprattutto vero e fruttuoso!

87 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page